: :



Cosa è la Psicoterapia

Vediamo di seguito la definizione proposta da Giovanni Jervis (1975)
nel Manuale critico di psichiatria; Feltrinelli, Milano:

La psicoterapia è qualsiasi forma di aiuto e di cura attraverso il rapporto interpersonale. In senso generale, è psicoterapia quanto di utile può derivare al soggetto, per la soluzione dei propri problemi e la scomparsa dei propri disturbi, dall'incontro con un'altra persona o con persone, e dallo scambio diretto di parole e di messaggi non verbali. In modo più preciso e limitato, si può parlare di psicoterapia quando un aiuto del genere venga dato in modo intenzionale da parte di una o più persone che abbiano la capacità e la professionalità di farlo.

Con quale terapeuta avviare un percorso Psicoterapeutico?
Ogni terapeuta, come ogni persona in questo mondo, ha un proprio stile relazionale. Il percorso di terapia si fonda sulla relazione unica che paziente e terapeuta creano insieme. Solitamente i primi incontri, circa 3, vengono strutturati per conoscersi meglio e dar modo al paziente di valutare se il terapeuta (fino ad allora una persona sconosciuta) possa essere una persona col quale si riesce ad instaurare una relazione comoda, e che dia modo di aprirsi ai vissuti più intimi.

Quale approccio terapeutico?
Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sui differenti approcci terapeutici (ossia modelli di riferimento che comprendono la mente umana), e capire quale possa andare meglio per noi.

Ogni modello terapeutico (per esempio gestaltico, analitico, cognitivo, cognitivo-comportamentale, sistemico relazionale, bionomico, gruppo-analisi, analisi transazionale, analisi bioenergetica) ha una sua specifica prospettiva nell’analizzare la problematica della persona.

La cosa che va subito detta è che non esiste un approccio terapeutico migliore di un altro.

- Ogni approccio analizza il problema in questione da una prospettiva anziché da un’altra.

- Un indirizzo Psicoterapeutico potrebbe andare meglio nell’affrontare una specifica problematica, ma non vuol dire che vada meglio rispetto a tutte le problematiche.

- Un indirizzo Psicoterapeutico potrebbe andare meglio per una problematica, ma allo stesso tempo potrebbe risultare non adeguato per quel paziente/cliente.

Sono differenti gli studi che hanno evidenziato la sostanziale equivalenza presente tra le diverse forme di psicoterapia e nel nell’affermare che è la qualità della relazione terapeutica a fare la differenza. È quindi in essa che si ritrova l’aspetto primario per la riuscita del percorso.

Qualora ci fosse l’intenzione di avviare un percorso psicoterapeutico, diventa utile concedersi la possibilità di valutare liberamente all’interno dei primi colloqui di consulenza (circoscrivibili orientativamente nei primi 3) e sentire se l’approccio scelto risuona con le vostre esigenze.

In aggiunta alla valutazione della dimensione relazionale, dobbiamo considerare che spesso il desiderio di non voler avviare, ritornare o proseguire con la terapia, potrebbe nascondere la paura di non voler affrontare la psicoterapia in aggiunta all’impegno emotivo e di tempo che da essa ne scaturisce.



Copyright © 2013 dottor Riccardo Povolo - Psicologo e Psicoterapeuta a Cagliari, Nuoro e Oristano - telefono 340.4918778
Realizzazione OUTMANEUVER (ROMA) outmaneuver.it