: :


dottor Riccardo Povolo - Psicologo e Psicoterapeuta a Cagliari, Nuoro e Oristano

Il Campanello d'allarme di un disagio emotivo
Incominciamo questa lettura immaginandoci l’ansia simbolicamente come l’allarme di una casa, utilissimo per proteggerci nelle differenti esperienze di vita. Questo allarme rimarrà con noi "fortunatamente" tutta la vita e ci proteggerà simbolicamente da eventuali ladri che vogliono derubare la nostra casa. Possiamo dire che funge da richiamo per la nostra attenzione, ci allarma nelle situazioni di pericolo, ci motiva nel realizzare obiettivi a volte indispensabili per la vita stessa. Chiamiamo questa ansia "funzionale" per un buon svolgimento della nostra vita. Chi soffre di un disturbo d’ansia possiamo dire che conosca questo campanello d’allarme sotto un altra veste. Conosce il suo malfunzionamento e si vive questo continuamente nelle esperienze di vita. L’eccessivo funzionamento di un allarme domestico, anche quando non vi sono ladri, ci mette continuamente pronti ad intervenire senza che vi sia un bisogno, ci mette continuamente in allarme, in ansia. Questo è proprio quello che succede ad un persona che ha una problematica legata all’ansia. Il suo sistema d’allarme è continuamente acceso, o se non sempre comunque in svariate situazioni che ne richiedono la sua attivazione senza un oggettivo bisogno. Possiamo quindi in questo caso parlare di un’ansia patologica caratterizzata da uno stato permanente di tensione che compromette le capacità operative e di giudizio. L’ansia qui è nella sua versione disfunzionale.


Classificazione dei Disturbi d'Ansia

I disturbi d'ansia vengono suddivisi all'interno del DSM-IV come di seguito indicato:

Un Attacco di Panico corrisponde a un periodo preciso durante il quale vi è l’insorgenza improvvisa di intensa apprensione, paura o terrore, spesso associati con una sensazione di catastrofe imminente. Durante questi attacchi sono presenti sintomi come dispnea, palpitazioni, dolore o fastidio al petto, sensazione di asfissia o di soffocamento, e paura di "impazzire" o di perdere il controllo.

L’Agorafobia è l’ansia o l’evitamento verso luoghi o situazioni dai quali sarebbe difficile (o imbarazzante) allontanarsi o nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto in caso di un Attacco di Panico o di sintomi tipo panico.

Il Disturbo di Panico Senza Agorafobia è caratterizzato da ricorrenti Attacchi di Panico inaspettati, riguardo ai quali vi è una preoccupazione persistente.

Il Disturbo di Panico con Agorafobia è caratterizzato sia da ricorrenti Attacchi di Panico inaspettati che da Agorafobia.

L’Agorafobia Senza Anamnesi di Disturbo di Panico è caratterizzata dalla presenza di Agorafobia e di sintomi tipo panico senza anamnesi di Attacchi di Panico inaspettati.

La Fobia Specifica è caratterizzata da un’ansia clinicamente significativa provocata dall’esposizione a un oggetto o a una situazione temuti, che spesso determina condotte di evitamento.

La Fobia Sociale è caratterizzata da un’ansia clinicamente significativa provocata dall’esposizione a certi tipi di situazioni o di prestazioni sociali, che spesso determina condotte di evitamento.

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo è caratterizzato da ossessioni (che causano ansia o disagio marcati) e/o compulsioni (che servono a neutralizzare l’ansia).

Il Disturbo Post-traumatico da Stress è caratterizzato dal rivivere un evento estremamente traumatico accompagnato da sintomi di aumento dell’arousal e da evitamento di stimoli associati al trauma.

Il Disturbo Acuto da Stress è caratterizzato da sintomi simili a quelli del Disturbo Post-traumatico da Stress che si verificano immediatamente a seguito di un evento estremamente traumatico.

Il Disturbo d’Ansia Generalizzato è caratterizzato da almeno 6 mesi di ansia e preoccupazione persistenti ed eccessive.

Il Disturbo d’Ansia Dovuto ad una Condizione Medica Generale è caratterizzato da sintomi rilevanti di ansia ritenuti conseguenza fisiologica diretta di una condizione medica generale.

Il Disturbo d’Ansia Indotto da Sostanze è caratterizzato da sintomi rilevanti di ansia ritenuti conseguenza fisiologica diretta di una droga di abuso, di un farmaco o dell’esposizione ad una tossina.

Il Disturbo d’Ansia Non Altrimenti Specificato viene incluso per la codificazione di disturbi con ansia o evitamento fobico rilevanti che non soddisfano i criteri per nessun specifico Disturbo d’Ansia definito in questa sezione (o sintomi di ansia a proposito dei quali sono disponibili informazioni inadeguate o contraddittorie).


Copyright © 2013 dottor Riccardo Povolo - Psicologo - Cagliari - telefono 340.4918778 - Realizzazione OUTMANEUVER (ROMA) outmaneuver.it